Mirco Michelon

Mirco Michelon

Stage Director

Hire Mirco Michelon ›

Bio


BIO ITNato a Trento il 24 agosto 1982, fin da bambino si avvicina alla musica, studiando violino, pianoforte, orchestra al Conservatorio A. Bonporti di Trento, e al teatro di prosa laureato al DAMS di Bologna e all´IUAV di Venezia, si forma grazie a numerose esperienze di recitazione, dizione, espressività corporea, lettura e interpretazione del testo con il corso Te.Sp.I (discipline musicali ad indirizzo tecnologico per la regia del teatro di prosa e quello musicale) al Conservatorio G.Verdi di Torino. Dal 1997 ha modo di prendere parte a numerosi spettacoli, sia di prosa sia di lirica, come mimo, trovarobe, attore, direttore di scena e palcoscenico, assistente alle luci, assistente alla regia. Dopo la regia di varie pièces teatrali (Pamela di Carlo Goldoni, Le Baccanti di Euripide, L´importanza di chiamarsi Ernesto di Oscar Wilde, K di Edoardo Sanguineti etc.), nel 2000 debutta a Trento con una mise en espace de La morte e la fanciulla di Franz Schubert e quella del Pierrot Lunaire di Arnold Schönberg. Si perfeziona nel mestiere di regista come assistente per Il matrimonio segreto di Domenico Cimarosa con la regia di Emanuele Gamba e Histoire du soldat di Igor Stravinsky con la regia di Monique Arnaud e Stefano Monti. Allestisce a Venezia degli estratti del Götterdämmerung di Richard Wagner e di Faust. Un travestimento di Edoardo Sanguineti-Luca Lombardi. Nel 2009 allestisce a Milano Il Trovatore di Giuseppe Verdi e La Cenerentola di Gioachino Rossini, nel 2010 a Trento l´opera Il Diavolo in giardino di Luchino Visconti-Franco Mannino, riscontrando un buon successo di critica e pubblico. Nel 2011 a Genova allestisce il Rigoletto di Giuseppe Verdi (ripreso nel 2012 a Barlassina e Rovereto), a Torino il dittico Hin und Zurück e Der Dämon di Paul Hindemith e Il giornalino di Gian Burrasca di Lina Wertmüller-Nino Rota, con repliche anche nel 2012. È assistente alla regia di Paolo Ciaffi Ricagno per la prima rappresentazione mondiale di Solaris di Enrico Correggia per il Festival MiTo. Il 2012 lo vede cimentarsi negli allestimenti di Mozart e Salieri di Puskin e Bastien und Bastienne di Wolfgang Amadeus Mozart e del dittico Il ballo delle ingrate di Claudio Monteverdi e Historia de Jephte di Giacomo Carissimi a Torino, Norma di Vincenzo Bellini a Genova (ripresa al Festival lirico dell´Isola del Giglio), Chansons de Bilitis di Claude Debussy a Torino, L´isola disabitata di Joseph Haydn e Agar et Ismaele exiliati di Alessandro Scarlatti per i teatri di Pineto, Atri, Roma, Varsavia.  Cura per l´Associazione Amici dell´Opera di Rovereto anche la mise en espace di Due donne all´opera – celebri arie d´opera al femminile e VW – per il duecentesimo anniversario della nascita di Giuseppe Verdi. Dal 2014 è membro dell´équipe Opéra narrateur dell´Université Paris 8, diretta da Camillo Faverzani. Nel 2016 è regista assistente di Francesco Bellotto, con il quale cura la regia de Le cinesi di Christoph Wilibald Gluck e la prima rappresentazione assoluta de Il ritorno dei Chironomidi di Giovanni Mancuso. Nel campo pratico, sa combinare un’eccellente conoscenza dello spartito e della partitura, sapendo seguire contemporaneamente le indicazioni in scena legate all´aspetto musicale e a costruire un ottimo lavoro sul personaggio rispetto alla trama preposta, grazie anche ad un’eccellente combinazione di conoscenze scenografiche e costumistiche, di strumenti tecnologici quali l´illuminotecnica, le videoproiezioni e i video in diretta. Parallelamente all´attività teatrale, svolge attività di ricerca, tramite convegni, seminari e pubblicazioni, su temi che vanno da Edoardo Sanguineti al teatro musicale, passando per il teatro di regia e la drammaturgia italiana e straniera. Tra i suoi saggi: Rigolant de Triboulet. Un emblema registico del Rigoletto, pubblicato nel volume  La vera storia ci narra – LIM Libreria Italiana Musicale, Le Crépuscule des Médicis d´après Ruggero Leoncavallo – lezione registica, drammaturgica e musicale sull´opera I Medici, pubblicato nel volume Si canta l´empia – LIM Libreria Italiana Musicale e Pour aujourd´hui la trêve est signée…nous redeviendrons ennemis demain – lezione registica, drammaturgica e musicale sull´opera Béatrice et Bénédict di Hector Berlioz – di prossima pubblicazione per LIM Libreria Italiana Musicale.BIO ENBorn in Trento in 1982, Mirco Michelon studied violin and piano at the Conservatory A. Bonporti of Trento; he also graduated in DAMS Theater – stage direction at University of Bologna and in Scienze e Tecniche del Teatro – stage direction at University IUAV of Venice. He also studied at the Conservatory Giuseppe Verdi in Turin with Paolo Ciaffi Ricagno. After some experiences as volunteer assistant, in 2000 he began to work as a stage director and assistant in theatre and opera with Luca Ronconi, Edoardo Sanguineti, Antonio Salines, Claudio Longhi, Paolo Ciaffi Ricagno, Emanuele Gamba, Stefano Monti, Monique Arnaud etc. His recent productions include La Boîte à Joujoux by Claude Debussy for the elementary schools of Paris, Il Maestro di cappella by Domenico Cimarosa in Torino, Norma by Vincenzo Bellini in Genova and Isola del Giglio for the Isola del Giglio Festival and Rigoletto by Giuseppe Verdi in Genova, Barlassina and Rovereto. In 2014 he begins to collaborate with the équipe Opéra narrateur of Paris 8 University, directed by MCR HDR Camillo Faverzani and by Prof. Walter Zidarič; he writes several essays in musicology and opera direction, including a study of Rigoletto, a study of Leoncavallo´s I Medici and of Béatrice et Bénédict of Hector Berlioz. He has collaborated with Teatro La Fenice of Venezia, Teatro Regio of Torino, Teatro Comunale of Bologna, Centro Servizi Culturali Santa Chiara of Trento, Festival Pergine Spettacolo Aperto, Festival Il Giglio è Lirica, Festival Progetto Opera of Rovereto, Festival Mozart Nacht und Tag of Torino, Festival MiTo etc. He has directed among others: Il Diavolo in giardino by Luchino Visconti – Franco Mannino, La Cenerentola by Gioachino Rossini, Il trovatore by Giuseppe Verdi, Il ballo delle Ingrate by Claudio Monteverdi, Historia de Jephte by Giacomo Carissimi, L´isola disabitata by Franz Joseph Haydn, Agar et Ismael esiliati by Alessandro Scarlatti, Hin und zurück by Paul Hindemith, Der Dämon by Paul Hindemith, Bastien und Bastienne by Wolfgang Amadeus Mozart. He makes also videoclip and documentaries, also collaborating with the musical critic Alessandro Cammarano and the videomaker Matteo Pozzato for their Youtube Channel Le Salon Musical. He plays also intense activity for a young audience; in 2011 and 2012 he has set and interpreted Il giornalino di Gian Burrasca by Lina Wertmüller – Nino Rota for the elementary schools of Piemonte, a coproduction among the Conservatory of Alessandria, Cuneo, Torino and Novara and in 2013 In viaggio con Mozart – Vita e musica di un Genio, production of La Fabbrica dei Suoni of Cuneo, for the schools of Cuneo, Boves, Venasca, Busca.Spoken Languages: Italian (C2), English (C2), French (C2), German (A2)Work of interpretation and creation of a character, with meticulous knowledge of operas’ score and repertoire. Knowledge of scenography, costumes, lighting designing and video projections
Read More

Photos